• Testo MOZIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.1/00107 premesso che: in Friuli Venezia Giulia, dal 2005, è stato avviato il progetto pubblico-privato (con la banca FriulAdria, l'Eurispes, l'ICE e l'amministrazione regionale)...



Atto Camera

Mozione 1-00107presentato daRIZZETTO Waltertesto diMercoledì 19 giugno 2013, seduta n. 36

La Camera,
premesso che:
in Friuli Venezia Giulia, dal 2005, è stato avviato il progetto pubblico-privato (con la banca FriulAdria, l'Eurispes, l'ICE e l'amministrazione regionale) denominato «International Desk/Italy-South-East Europe»;
tale progetto ha l'obiettivo strategico di far diventare la regione Friuli Venezia Giulia il punto di riferimento della cooperazione economica tra l'Italia e l'area balcanico-danubiana;
nel 2008 al progetto hanno preso parte i delegati di istituzioni, associazioni di categoria, enti camerali, agenzie di sviluppo, università e imprenditori, in rappresentanza di Slovenia, Croazia, Kosovo, Bulgaria, Bosnia, Romani, Serbia, Slovacchia, Macedonia, Albania e Montenegro;
va considerata, più in generale, la necessità di sfruttare le opportunità che ne derivano dall'ampliamento ad est e verso i Balcani dell'Unione europea con l'imminente adesione della Repubblica di Croazia e la necessità di contrastare gli effetti negativi che, per alcune realtà territoriali come le città di Gorizia e Trieste e la fascia del confine orientale, si trovano maggiormente esposte a fattori di competitività con i Paesi viciniori;
va rimarcata la necessità di sostenere e intraprendere azioni tese a rivitalizzare il settore industriale delle piccole e medie imprese, il settore commerciale e turistico insediato in Friuli-Venezia Giulia,

impegna il Governo:

a porre in essere ogni atto che garantisca una cooperazione correlata allo sviluppo dei settori industriale e turistico al fine di tutelare le imprese italiane;
a sostenere ed affiancare la regione Friuli-Venezia Giulia nelle politiche di cooperazione economica internazionale rivolte ai Balcani armonizzando ogni eventuale difficoltà derivante dalla maggior competitività economica e istituzionale dei Paesi affacciati al confine geografico della penisola a nord-est.
(1-00107) «Rizzetto, Prodani, Ciprini, Tripiedi, Turco, Brugnerotto, Mucci, Baldassarre, Fantinati, Crippa».