• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/03847 l'articolo 1, comma 2, della legge 28 giugno 2012, n. 92, prevede che, al fine di monitorare lo stato di attuazione degli interventi e delle misure di cui alla medesima legge e di valutarne gli...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-03847presentato daBARUFFI Davidetesto diMercoledì 22 ottobre 2014, seduta n. 315

BARUFFI, GNECCHI, INCERTI, MAESTRI, BOCCUZZI, GIACOBBE, CASELLATO, DELL'ARINGA, ALBANELLA, ZAPPULLA, GIORGIO PICCOLO, GRIBAUDO, GREGORI e ROTTA. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali . — Per sapere – premesso che:
l'articolo 1, comma 2, della legge 28 giugno 2012, n. 92, prevede che, al fine di monitorare lo stato di attuazione degli interventi e delle misure di cui alla medesima legge e di valutarne gli effetti sull'efficienza del mercato del lavoro, sull'occupabilità dei cittadini, sulle modalità di entrata e di uscita nell'impiego, è istituito presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, in collaborazione con le altre istituzioni competenti, un sistema permanente di monitoraggio e valutazione basato su dati forniti dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) e da altri soggetti del Sistema statistico nazionale (Sistan);
il comma 3 del medesimo articolo 1 della legge n. 92 del 2012 stabilisce che dagli esiti del monitoraggio sono desunti elementi per l'implementazione ovvero per eventuali correzioni delle misure e degli interventi introdotti dalla medesima legge, anche alla luce dell'evoluzione del quadro macroeconomico, degli andamenti produttivi, delle dinamiche del mercato del lavoro e, più in generale, di quelle sociali;
i commi da 37 a 43 del medesimo articolo 1 della legge n. 92 del 2012 hanno apportato significative modifiche alla disciplina legislativa dei licenziamenti individuali, intervenendo in particolare sulle tutele assicurate ai lavoratori in caso di licenziamenti illegittimi;
al fine di sviluppare una discussione seria ed approfondita su possibili ulteriori interventi di riforma della disciplina dei licenziamenti individuali e sulla tutela dei lavoratori in caso di licenziamento illegittimo risulta essenziale acquisire dati aggiornati e completi in ordine all'andamento dei licenziamenti individuali successivamente all'entrata in vigore della «riforma Fornero» e alle relative procedure di conciliazione o di contenzioso –:
quali siano i dati relativi all'andamento dei licenziamenti individuali rispettivamente prima e dopo l'entrata in vigore della «riforma Fornero», alle procedure di contenzioso, nonché alle procedure di conciliazione introdotte dalla legge 28 giugno 2012, n. 92, con particolare riferimento ai dati concernenti i licenziamenti individuali verificatisi annualmente, opportunamente disaggregati tra le diverse fattispecie previste dalla normativa vigente all'epoca del licenziamento, il numero delle procedure di conciliazione, introdotte dalla legge n. 92 del 2012, e il loro esito, nonché il numero dei ricorsi in sede giurisdizionale per licenziamenti illegittimi presentati annualmente prima e dopo l'entrata in vigore della legge 28 giugno 2012, n. 92, la loro suddivisione tra le diverse tipologie di licenziamento, la loro durata e i loro esiti. (5-03847)