• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/00111 D'AMBROSIO LETTIERI - Ai Ministri per la pubblica amministrazione e la semplificazione e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che: il processo di trasformazione della pubblica...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-00111 presentata da LUIGI D'AMBROSIO LETTIERI
mercoledì 24 aprile 2013, seduta n.015

D'AMBROSIO LETTIERI - Ai Ministri per la pubblica amministrazione e la semplificazione e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

il processo di trasformazione della pubblica amministrazione, e conseguentemente la razionalizzazione ed ottimizzazione delle relative risorse umane, ha come obiettivo il miglioramento dellaperformance e dei servizi a vantaggio degli utenti;

tale processo di razionalizzazione incide anche sulle attività ispettive del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, che sono attività particolari rispetto a quelle svolte dai dipendenti del Ministero, sebbene calate negli stessi modelli professionali previsti per tutto il personale;

premesso altresì che, a quanto risulta all'interrogante:

il personale preposto alle attività ispettive chiede da tempo alle Amministrazioni centrali competenti di porre rimedio ad alcune situazioni che incidono negativamente sul proprio ruolo e sulle attività svolte;

l'attività degli ispettori gode di un'autonomia che corrisponde ad una responsabilità diretta e personale nei confronti dei soggetti ispezionati, prevede lo svolgimento dell'attività lavorativa anche fuori del normale ambiente di lavoro con sovente anticipo delle spese legate all'utilizzo del mezzo proprio (per mancanza di mezzi alternativi messi a disposizione dell'Amministrazione, con conseguente usura dello stesso), prevede altresì il trasporto del computer e del materiale annesso di proprietà dell'Amministrazione fuori degli ambienti di lavoro senza la previsione di alcuna copertura assicurativa;

la Convenzione sull'ispezione del lavoro nell'industria e nel commercio (Convenzione n. 81 del 1947 dell'Organizzazione internazionale del lavoro) sarebbe applicata dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per la parte in cui si prevede la redazione della relazione annuale sull'attività di vigilanza, ma non per l'art. 11, comma 1, lett. b), in cui si prevede che l'Autorità centrale di ispezione "adotterà le misure necessarie al fine di fornire agli ispettori del lavoro (...) le facilitazioni di trasporto necessarie all'esercizio delle loro funzioni nel caso che non esistano facilitazioni di trasporto pubblico adeguate";

la circolare INPS n. 11 del 24 gennaio 2011, che riepiloga e aggiorna le regole sulle procedure di autorizzazione all'invio in missione e sul trattamento economico di missione, è stata recepita dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per la parte in cui prevede l'assimilazione dei compiti ispettivi alla attività di rappresentanza in giudizio, mentre sono state tralasciate altre previsioni, quali il rimborso delle spese di parcheggio e del pedaggio autostradale, un'indennità chilometrica pari al 40 per cento del rimborso chilometrico per il raggiungimento di località distanti non meno di 10 chilometri dalla sede di servizio, la possibilità di essere autorizzati all'uso di taxi, l'anticipo sul trattamento di missione,

si chiede di sapere:

se non si intenda risolvere quanto prima le problematiche afferenti alle spese di trasporto necessarie all'attività ispettiva, prevedendo che sia l'Amministrazione competente e non gli ispettori ad anticipare, in tutto o in parte, le risorse economiche necessarie per lo svolgimento dell'attività ispettiva, evitando altresì che per tale attività il personale addetto sia costretto ad utilizzare il proprio veicolo;

se vi sia volontà di procedere, a parità di funzioni e mansioni svolte, ad una equiparazione tra coloro che svolgono un'attività ispettiva nella pubblica amministrazione, in particolare per quanto concerne l'indennità di funzione, l'indennità di polizia giudiziaria, la tutela legale e l'adeguamento del rimborso chilometrico alle tabelle predisposte dall'Automobile Club d'Italia (ACI).

(4-00111)