• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02679-bis- ... premesso che: il disegno di legge di stabilità per il 2015, approvato in seconda lettura dal Senato, risulta nel complesso ulteriormente peggiorato rispetto al testo licenziato dalla...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02679-bis-B/011presentato daNASTRI Gaetanotesto diLunedì 22 dicembre 2014, seduta n. 356

La Camera,
premesso che:
il disegno di legge di stabilità per il 2015, approvato in seconda lettura dal Senato, risulta nel complesso ulteriormente peggiorato rispetto al testo licenziato dalla Camera dei deputati lo scorso 30 novembre, sia con riferimento all'ulteriore innalzamento dei prelievi fiscali, che degli interventi rivolti alla crescita e allo sviluppo dell'economia reale che appaiono di modesta entità e non determineranno significativi impatti positivi per le famiglie e le imprese nel prossimo triennio;
a tal fine, il provvedimento economico, prevede importanti riduzioni dei trasferimenti previsti per le politiche sanitarie, i cui interventi restrittivi nei riguardi del servizio sanitario assegnati alle regioni, rischiano di provocare penalizzazioni aggiuntive, per il tessuto sociale nazionale mettendo a rischio gli stessi livelli essenziali di assistenza, e quindi l'equità nell'accesso alle prestazioni sanitarie da parte dei cittadini;
fra le numerose disposizioni introdotte in seconda lettura dal Senato, all'interno degli interventi previsti per il settore sanitario, sia di carattere finanziario legati ai vincoli di bilancio, che dei progetti da realizzare delle regioni in coerenza con gli obiettivi dei Programmi operativi, occorre rilevare, come la realizzazione della «Città della Salute e della Scienza di Novara», s'inserisce all'interno di una serie di prospettive strategiche previste dall'accordo Stato-Regione nel settore sanitario con riferimento ai poli territoriali già dotati di una pluralità di risorse da potenziare in materia di servizi;
la definizione del nucleo di valutazione, al quale spettano le competenze decisionali in merito allo sblocco dei fondi necessari di edilizia sanitaria ai fini della costituzione dell'opera, risulta a tal fine necessaria, per implementare le specialità d'eccellenza e dei laboratori nella sede ospedaliera;
il passaggio decisivo ed indispensabile della composizione del nucleo di valutazione appare pertanto d'interesse prioritario per i soggetti istituzionali regionali ed i responsabili della sanità piemontese, in attesa di tale importante delibera,

impegna il Governo

a prevedere in tempi rapidi alla nomina del nucleo di valutazione, ai fini di una celere attuazione dei progetti già predisposti da tempo, per la realizzazione della Città della salute e della Scienza di Novara, la cui funzione risulta indispensabile nel supporto allo sviluppo della rete regionale per la gestione del rischio clinico.
9/2679-bis-B/11. Nastri.