• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02261 Enel Distribuzione spa è società di Enel holding, principale azienda elettrica del Paese, che si occupa della distribuzione dell'energia in Italia e in diverse nazioni estere; la sua...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Martedì 27 maggio 2014
nell'allegato al bollettino in Commissione XI (Lavoro)
5-02261

Con riferimento all'interrogazione dell'onorevole Crivellari, concernente il progetto di ristrutturazione aziendale di Enel Distribuzione S.p.A. in Veneto e, più specificamente, il possibile accorpamento delle unità locali ricadenti nella cosiddetta «zona di Rovigo», preliminarmente, faccio presente che in tale zona sono ricomprese cinque unità locali:
la prima denominata «Zona Rovigo», in Rovigo, con 52 unità di personale in forza;
la seconda in Adria con 8 unità di personale in forza;
la terza in Porto Tolle con 2 unità di personale in forza;
la quarta in Rovigo con 1 unità di personale in forza;
la quinta in Badia Polesine con 14 unità di personale in forza.

Per quanto concerne il quesito posto dall'onorevole Crivellari, faccio presente che la Direzione territoriale del lavoro di Rovigo – interessata della questione – ha reso noto che non risulta avviato alcun progetto concreto di accorpamento degli uffici appartenenti alla zona di Rovigo.
La predetta Direzione territoriale ha, altresì, evidenziato che a livello centrale Enel Distribuzione S.p.A. aveva ipotizzato, a partire dal prossimo mese di giugno 2014, un progetto di riorganizzazione e razionalizzazione della struttura periferica, che ad oggi non ha avuto alcun concreto inizio, probabilmente anche in attesa delle determinazioni del nuovo amministratore delegato.
In questa prospettiva, la Direzione territoriale di Rovigo ha fatto sapere che a breve si svolgerà a livello nazionale un incontro tra le organizzazioni sindacali ed il nuovo consiglio di amministrazione dell'azienda nel corso del quale dovrebbero definirsi le eventuali misure per la riorganizzazione delle sedi a livello territoriale. Risulta altresì che Enel Distribuzione S.p.A. provvederà entro la fine di questo mese all'assunzione a tempo determinato di sette giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni per la sede di Badia Polesine e di otto giovani per la sede di Rovigo.
In conclusione, nel rilevare che, ad oggi, non risulta richiesto dalle parti interessate alcun incontro per l'esame della situazione occupazionale, sono comunque in condizione di assicurare la massima attenzione del Governo in ordine ad eventuali sviluppi della vicenda richiamata nel presente atto parlamentare.