• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/07482 nelle giornate del 30 dicembre 2014 e del 31 dicembre 2014, nonostante le tante rassicurazioni ricevute negli scorsi mesi, 450 lavoratori della Groundcare – principale società di handling...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-07482presentato daGIULIANI Fabriziatesto diLunedì 12 gennaio 2015, seduta n. 360

GIULIANI e MINNUCCI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:
nelle giornate del 30 dicembre 2014 e del 31 dicembre 2014, nonostante le tante rassicurazioni ricevute negli scorsi mesi, 450 lavoratori della Groundcare – principale società di handling aeroportuale di Fiumicino e Ciampino – sono stati licenziati senza alcun preavviso;
nelle stesse giornate, oltre alla firma della comunicazione della risoluzione del rapporto di lavoro, è stata richiesta ai lavoratori anche la sottoscrizione di una liberatoria, al fine di rinunciare sia al pagamento del mancato preavviso, sia a qualsiasi azione legale rispetto alla mancata applicazione dei criteri di selezione del personale da licenziare;
sembra inoltre accertato che la firma di tale liberatoria sia stata sollecitata dall'azienda con l'esplicita intimidazione di non inserire i non firmatari nel bacino di ricollocazione e di recapitare il licenziamento successivamente al 1o gennaio 2015, in modo da penalizzare il lavoratore nell'accesso alla mobilità;
a partire dalla suddetta data infatti, sono entrate in vigore le modifiche agli ammortizzatori sociali varate dalla riforma Fornero. Modifiche che avrebbero pesantemente penalizzato i lavoratori non firmatari;
tale intimidazione è cessata solo in seguito all'intervento della polizia, chiamata da alcuni delegati della Cub Trasporti e alcuni lavoratori lo stesso 31 dicembre 2014;
solo da quel momento e dopo un colloquio a porte chiuse tra dirigenti aziendali e sindacali con le forze dell'ordine, la liberatoria è diventata, come doveva essere dall'inizio, «facoltativa» e la consegna delle lettere di licenziamento è ripresa regolarmente;
nonostante questo, è proseguito il rifiuto da parte dell'azienda di consegnare, ai dipendenti che ne facevano richiesta, il testo degli accordi sindacali citati nella stessa comunicazione di soluzione del rapporto di lavoro –:
se sia a conoscenza dei fatti avvenuti tra il 30 e 31 dicembre, descritti in premessa e se intenda intervenire il Governo in merito al comportamento dell'azienda Groundcare. (4-07482)