• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/00890 a Venezia sono in corso degli interventi di regolazione dei flussi di marea con sbarramenti mobili alle bocche di porto meglio conosciuti come Mo.S.E.; lo stato di avanzamento dei lavori...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-00890presentato daMARCON Giuliotesto diLunedì 17 giugno 2013, seduta n. 34

MARCON. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:
a Venezia sono in corso degli interventi di regolazione dei flussi di marea con sbarramenti mobili alle bocche di porto meglio conosciuti come Mo.S.E.;
lo stato di avanzamento dei lavori è giunto alla fase di installazione della schiera di 21 paratoie sul lato Lido-Treporti ed è stata indetta la gara d'appalto per l'altra schiera di 20 paratoie sul lato Lido-S.Nicolò;
il comune di Venezia, considerate le numerose criticità rilevate nel sistema Mo.S.E., aveva commissionato nel 2008 alla società francese Principia R.D. (società di consulenza tra le più qualificate e riconosciute per autorevolezza a livello mondiale in ambito di modellistica di sistemi marini complessi che interagiscono tra loro in moto ondoso) uno studio volto ad analizzare il comportamento dinamico della paratoia del Mo.S.E. Tale comportamento è determinante sia per il corretto funzionamento della barriera sia per il dimensionamento strutturale dei suoi componenti;
per confronto, alla valutazione della Principia R.D. è stata sottoposta anche la paratoia a gravità, che era stata indicata dal comune di Venezia come valida alternativa al MoS.E. e scartata, con una relazione del comitato tecnico del magistrato alle acque di Venezia nella fase di valutazione delle alternative;
i risultati dello studio della società francese rivelano la presenza del fenomeno della «risonanza» ovvero l'instabilità dinamica nelle paratoie del Mo.S.E. nonché la sua assenza nella paratoia a gravità che risulta invece stabile. Tale instabilità comporta che l'angolo di oscillazione delle paratoie, in presenza di moto ondoso con mare irregolare, aumenti a dismisura facendo entrare acqua in laguna e compromettendo dunque l'effetto diga la cui efficacia dovrebbe rappresentare la ragione per cui si sta costruendo tale opera;
il fenomeno della «risonanza» fu messo in rilievo come possibile criticità fin dall'inizio della progettazione del Mo.S.E. nonché in fase di approvazione del progetto di massima, tanto che tale approvazione da parte degli esperti internazionali, veniva subordinata al superamento del fenomeno medesimo dal quale sarebbe derivata l'inefficacia dell'opera;
lo studio Principia ha evidenziato che al fenomeno di «risonanza» sarebbe tuttora soggetta la paratoia del progetto definitivo, approvato dal comitato tecnico del magistrato alle acque di Venezia;
in risposta allo studio di Principia il comitato tecnico del magistrato alle acque di Venezia ha redatto nel novembre del 2009 un documento volto a mettere in dubbio la validità del primo. Tale documento non ha mai sostenuto un contraddittorio tecnico scientifico in sedi diverse da quelle che lo hanno generato e non è peraltro neanche mai stato reso pubblico;
risultano depositati alla commissione per le petizioni del Parlamento europeo tutti gli atti dello studio di Principia R.D. i quali denunciano inoltre, un mancato confronto tecnico scientifico sulla materia in questione con studi o commissioni tecniche indipendenti, rischiando così di incorrere in una pericolosa situazione di conflitto di interessi;
l'opera del Mo.S.E è interamente finanziata con risorse pubbliche ed ogni significativa variante in corso d'opera potrebbe comportare ingenti aumenti della spesa ai danni dello Stato e dei contribuenti –:
quali verifiche intendano fare i Ministri interrogati sulla correttezza e l'oggettività dei pareri tecnici, riguardanti in particolare la questione della «risonanza», che riguardano la praticabilità nonché l'efficace funzionamento del progetto Mo.S.E.;
se non ritengano che le gare d'appalto relative alla costruzione della seconda tranche di paratie debbano essere prontamente sospese, prima di commettere eventualmente ulteriori errori che potrebbero rappresentare perdite ancor più significative. (4-00890)