• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/04637 presso la prefettura di Matera nei giorni scorsi si è svolto un incontro concernente il cantiere relativo alla realizzazione della strada statale «Bradanica», infrastruttura di straordinaria...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-04637presentato daBURTONE Giovanni Mario Salvinotesto diGiovedì 5 febbraio 2015, seduta n. 372

BURTONE. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
presso la prefettura di Matera nei giorni scorsi si è svolto un incontro concernente il cantiere relativo alla realizzazione della strada statale «Bradanica», infrastruttura di straordinaria rilevanza per collegare Matera a Melfi e Foggia;
in particolare le organizzazioni sindacali avevano promosso una serie di proteste a seguito della decisione da parte del Gruppo Aleandri di non procedere al rinnovo di 20 contratti di lavoro e con altri 40 lavoratori a rischio;
l'incontro non ha sbloccato la situazione ed una ulteriore riunione è stata convocata per il 30 gennaio 2015;
questa situazione sta ingenerando una serie di ritardi che rischiano di compromettere i tempi di realizzazione di una opera attesa da anni da parte delle comunità interessate;
l'Anas, presente all'incontro, ha evidenziato che i lavori al momento sono al 52 per cento del totale e che la restante parte prevede per il 92 per cento lavori di carpenteria;
non è chiaro cosa intenda fare il gruppo Aleandri che ha rilevato in fitto il ramo d'azienda dopo il fallimento del gruppo Intini che fino al 2012 aveva operato sul cantiere;
vi è molta preoccupazione tra le maestranze circa il proprio futuro;
sono interessate anche diverse imprese impegnate nei subappalti che attendono ancora di essere pagate per i lavori eseguiti e che a loro volta hanno problemi con le proprie maestranze e con le scadenze fiscali proprio a causa di questi ritardi –:
se e quali iniziative il Ministro intenda attivare con la massima urgenza prima del 30 gennaio 2015 al fine di fare chiarezza sulla vicenda e garantire i livelli occupazionali del cantiere, con il ritorno al lavoro dei 20 lavoratori con contratto non rinnovato e una accelerazione sui tempi di realizzazione di una opera strategica per il territorio e il Mezzogiorno. (5-04637)