• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/01642 D'ADDA, PEGORER - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che: la ditta Tekna (società Tecnologie TK Srl), con sede a Baranzate (Milano), è stata dichiarata fallita...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-01642 presentata da ERICA D'ADDA
mercoledì 11 febbraio 2015, seduta n.388

D'ADDA, PEGORER - Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

la ditta Tekna (società Tecnologie TK Srl), con sede a Baranzate (Milano), è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Milano il giorno 11 aprile 2014, dopo aver tentato la strada del concordato preventivo e richiesto la cassa integrazione straordinaria il 3 febbraio 2014;

dopo il fallimento, è stata avanzata una nuova richiesta di cassa integrazione guadagni straordinaria per 75 persone il cui accordo di concessione è stato firmato in data 20 maggio 2014 presso il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, con effetto retroattivo dal 3 febbraio 2014;

passano altri 3 mesi prima che la documentazione relativa alla procedura di concessione della cassa integrazione venga inviata al Ministero, il quale autorizza la corresponsione in data 17 dicembre 2014 con decreto inviato all'INPS;

tuttavia, il consulente incaricato dai curatori fallimentari trasmette all'INPS la richiesta di pagamento dell'indennità di cassa integrazione straordinaria (modello SR-41) solo in data 20 gennaio 2015;

questo comporta che, a tutto il 10 febbraio 2015, i lavoratori attendono ancora di sapere se e quando riceveranno il pagamento dovuto,

si chiede di sapere:

se e quali misure il Ministro in indirizzo ritenga di attivare al fine di accelerare le procedure in corso, anche predisponendo un anticipo, nella considerazione che 75 famiglie attendono l'aiuto al sostentamento che lo Stato ha loro concesso da quasi un anno;

se, in considerazione dell'impegno allo snellimento burocratico, non ritenga di attivarsi al fine di velocizzare le procedure per l'espletamento di pratiche purtroppo ordinarie e causa di disagi importanti ai tanti lavoratori nelle stesse condizioni.

(3-01642)