• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00193 all'interno di uno stabile sito in via Traiano, ai civici 82-82a-82b-84-86, trova collocazione la sede dell'Ufficio esecuzione penale esterna di Torino (UEPE), ufficio territoriale del Ministero...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-00193presentato daFREGOLENT Silviatesto diMercoledì 29 maggio 2013, seduta n. 25

FREGOLENT. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:
all'interno di uno stabile sito in via Traiano, ai civici 82-82a-82b-84-86, trova collocazione la sede dell'Ufficio esecuzione penale esterna di Torino (UEPE), ufficio territoriale del Ministero della giustizia, che si occupa, tra le altre cose, dell'esecuzione delle pene non detentive, di quelle detentive e dell'applicazione delle misure di sicurezza a persone che hanno scontato la pena, ma che sono ancora ritenute socialmente pericolose;
tra le persone ed i soggetti con cui l'ufficio esecuzione penale esterna è in costante relazione vi sono persone con condanna definitiva ma con pena sospesa, in attesa di udienza che decida sulle misure alternative che hanno richiesto; persone affidate in prova al servizio sociale, ossia persone con condanna definitiva, che in alternativa al carcere, scontano la condanna nel loro contesto di vita, rispettando determinate prescrizioni, conformemente all'articolo 47 dell'Ordinamento penitenziario; persone affidate in prova al servizio sociale in conformità all'articolo 94 del decreto del Presidente della Repubblica n. 309 del 1990; detenuti con condanna definitiva per cui il carcere richiede all'Ufficio esecuzione penale esterna una consulenza; persone internate, semilibere o ammesse all'articolo 21 dell'Ordinamento Penitenziario; detenuti domiciliari; persone che scontano la pena detentiva presso un'abitazione, dalla quale possono uscire solo in orari stabiliti dalla magistratura di sorveglianza; i cosiddetti liberi vigilati, cioè persone sottoposte a una misura di sicurezza non detentiva con obblighi di firma, restrizioni nella libertà di movimento, obblighi di orari; detenuti in permesso premio e internati in licenza, ossia persone che mantengono una regolare condotta in istituto e hanno diritto a chiedere di trascorrere brevi periodi al di fuori del carcere insieme ai familiari; persone seguite nel periodo post-penitenziario, per favorire il percorso di riabilitazione e ri-socializzazione; e persone che chiedono l'estinzione della pena pecuniaria a seguito di esito positivo dell'affidamento in prova al servizio sociale;
come è facile intuire, le attività svolte all'interno dell'Ufficio esecuzione penale esterna comportano un considerevole afflusso di persone, in orari anche notturni, e che spesso ha generato tensioni e malumori, in particolare tra gli altri abitanti dello stabile, al punto che il consiglio della circoscrizione nove di Torino si è pronunciato all'unanimità contro l'ubicazione dell'ufficio esecuzione penale esterna all'interno dello stabile di via Traiano;
l'ufficio esecuzione penale esterna di Torino, infatti, si trova collocato nello stabile di via Traiano a seguito della stipula di un contratto di locazione all'interno di un immobile di proprietà della società San Pietro s.s., controllata dalla società Modica s.s.;
tuttavia, l'attività degli uffici esecuzione penale esterna non sempre appare compatibile – a causa della delicatezza anche sul piano sociale delle singole situazioni afferenti alle persone coinvolte – con la quotidianità delle altre persone residenti nello stabile, e sembrerebbe maggiormente opportuno per lo svolgimento di queste attività l'utilizzazione di strutture demaniali attualmente in disuso, laddove disponibili, anche al fine di ottenere un risparmio in termini economici –:
quanti dipendenti lavorino in pianta stabile presso la struttura e quanti soggetti esterni usufruiscano mediamente dei servizi della struttura, nonché a quanto ammonti il costo annuale per la locazione e le spese della struttura;
se esistano sul territorio nazionale altri uffici esecuzione penale esterna ospitati in edifici di civile abitazione e se esista una normativa o procedura autorizzativa da rispettare in merito all'ubicazione di una struttura di questo tipo in uno stabile di civile abitazione;
se esistano nel territorio torinese strutture demaniali o statali in grado di ospitare l'ufficio territoriale dell'Ufficio esecuzione penale esterna. (5-00193)