• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/02844-A/019 premesso che: l'articolo 7 istituisce una Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese con sede in Italia il cui capitale sarà interamente...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/02844-A/019presentato daVITELLI Paolotesto diMercoledì 11 marzo 2015, seduta n. 389

La Camera,
premesso che:
l'articolo 7 istituisce una Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese con sede in Italia il cui capitale sarà interamente sottoscritto da investitori istituzionali e professionali, compresi gli enti previdenziali in quota minoritaria;
la Società ha lo scopo di promuovere e realizzare operazioni di ristrutturazione, di sostegno e di riequilibrio della struttura finanziaria e patrimoniale delle imprese che, nonostante temporanei squilibri patrimoniali o finanziari, siano caratterizzate da adeguate prospettive industriali e di mercato;
ulteriore scopo della Società di servizio è favorire processi di consolidamento industriale ed occupazionale, anche attraverso la predisposizione di piani di sviluppo e di investimento che consentano il raggiungimento delle prospettive industriali e di mercato;
i soggetti che concorrono alla gestione della Società devono operare in situazione di neutralità, imparzialità, indipendenza e terzietà rispetto agli investitori;
al fine di facilitare la raccolta delle risorse finanziarie necessarie alcuni investitori possono avvalersi anche della garanzia dello Stato sino all'esaurimento delle risorse disponibili, ossia nel limite di 300 milioni di euro;
agli azionisti che decidono di non avvalersi della garanzia dello Stato, ai sensi del comma 7 dell'articolo 7, devono essere riconosciuti particolari diritti da definire in apposito decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e da riflettere poi nello statuto della Società,

impegna il Governo

a prevedere nel decreto del Presidente del Consiglio dei ministri previsto dal comma 7 dell'articolo 7, e poi nello Statuto della Società, che tra i diritti riconosciuti agli azionisti che decidono di non avvalersi della garanzia dello Stato siano inclusi adeguati diritti di concorrere alla governance della Società e in particolare il diritto di eleggere, come categoria azionaria separata, o mediante ricorso al voto di lista, un numero di amministratori non inferiore a un terzo dell'organo amministrativo.
9/2844-A/19. Vitelli, Mazziotti Di Celso, Sottanelli.