Proposta di modifica n. 5.55 al ddl C.3444 in riferimento all'articolo 5.
argomenti:  

testo emendamento del 06/12/15

  Dopo il comma 40, aggiungere il seguente:
  40-bis. Alle imprese, in qualsiasi forma costituite, esercitanti l'attività agricola ai sensi dell'articolo 2135 del codice civile, è riconosciuto un credito di imposta relativo alle spese sostenute entro il 31 dicembre 2016 per l'installazione di sistemi di videosorveglianza digitale, nonché per contratti con istituti di vigilanza finalizzati alla prevenzione di furti, fino ad un limite massimo di 5000 euro. Il credito d'imposta è ripartito in 3 quote annuali di pari importo ed è riconosciuto nel rispetto dei limiti di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013, relativo all'applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea agli aiuti de minimis. Il credito d'imposta di cui al presente comma non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive, non rileva ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1985, n. 917, e successive modificazioni, ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione, ai sensi dell'articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241, e successive modifiche. Con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sono stabilite le condizioni, i termini e le modalità di applicazione del presente comma con riferimento, in particolare, alle tipologie dei soggetti beneficiari e degli interventi ammessi a beneficio, alle soglie massime di spesa e alle procedure di recupero nei casi di utilizzo illegittimo dei crediti d'imposta.

  Conseguentemente, al comma 369 sostituire le parole: 134,340 milioni di euro per l'anno 2016, di 142,610 milioni di euro per l'anno 2017, di 139,610 milioni di euro per l'anno 2018, di 184,110 milioni di euro per l'anno 2019, con le seguenti: 124,340 milioni di euro per l'anno 2016, di 122,610 milioni di euro per l'anno 2017, di 119,610 milioni di euro per l'anno 2018, di 164,110 milioni di euro per l'anno 2019.