Sub Emendamento n. 1.1000/75 dell'emendamento 1.1000 al ddl S.2567 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Ritirato

testo emendamento del 18/11/16

sharingList();

All'emendamento 1.1000, lettera ii), capoverso «Art. 50-bis», dopo il comma 5, aggiungere i seguenti:

        «5-bis. Al fine di garantire la continuità amministrativa e il buon andamento dell'azione amministrativa e gestionale, nelle Regioni Umbria, Marche, Lazio e Abruzzo, le pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, possono con propri provvedimenti e nell'ambito delle risorse già disponibili nei pertinenti capitoli di bilancio di ciascuna amministrazione interessata, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica in deroga alla normativa vigente, prorogare i rapporti di lavoro a tempo determinato del personale, anche dirigenziale a contratto ai sensi dell'articolo 110 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n. 267, inquadrato negli uffici direttamente impegnati nella gestione delle attività: di emergenza, con particolare riferimento a funzioni tecniche, di sicurezza e polizia locale, amministrative o contabili purché nel rispetto del limite massimo imposto dalle disposizioni UE. Le disposizioni di cui al primo periodo si applicano ai rapporti in essere alla data di entrata in vigore del presente decreto.

        5-ter. Per le medesime esigenze, i rapporti di lavoro a tempo determinato di cui al comma 6, scaduti in pendenza del termine di conversione del presente decreto, possono essere rinnovati al fine di garantire la continuità amministrativa e il buon andamento dell'azione amministrativa e gestionale».