Articolo aggiuntivo n. 3.011 al ddl C.4200 in riferimento all'articolo 3.
  • status: Approvato

testo emendamento del 24/01/17

  Dopo l'articolo 3, aggiungere il seguente:

Art. 3-bis.
(Disposizioni per garantire l'approvvigionamento idrico per le isole minori mediante il trasporto marittimo di cabotaggio di acqua potabile e di sostanze alimentari liquide sfuse idrosolubili e liposolubili).

  1. Le competenze di cui al decreto ministeriale 10 ottobre 1988, n. 474, riguardanti l'autorizzazione per il trasporto marittimo di cabotaggio di acqua potabile e di sostanze alimentari liquide sfuse idrosolubili e liposolubili, sono trasferite al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
  2. Gli oneri comunque connessi all'attività tecnica, ivi comprese le spese di viaggio, soggiorno e le eventuali indennità, alle condizioni e nella misura previste dalle norme in vigore per gli impiegati civili dello Stato, restano a carico della società richiedente, che provvederà al relativo versamento su apposito capitolo di entrata del bilancio dello Stato per essere assegnati su apposito capitolo dello stato di previsione di spesa del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
  3. Qualora l'istanza di autorizzazione abbia ad oggetto esclusivamente il trasporto di acqua e/o di sostanze alimentari liquide sfuse idrosolubili, ai fini del rilascio della stessa, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti si avvarrà direttamente del supporto degli Uffici di Sanità Marittima locali.
  4. Con uno o più decreti successivi del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, saranno definite le procedure applicative ed autorizzative relative al trasporto di altre sostanze alimentari sfuse liposolubili, ivi comprese le eventuali forme di concertazione con altre amministrazioni interessate.
  5. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

nuova formulazione del 01/02/17

  Dopo l'articolo 3, è aggiunto il seguente:

Art. 3-bis.
(Trasporto di acqua destinata al consumo umano).

  1. Con decreto del Ministero della salute e del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, da adottarsi ai sensi dell'articolo 17, comma 3, della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono individuate, fatta eccezione per le navi della marina militare, le modalità, i requisiti ed i termini per l'accertamento di idoneità delle navi cisterna che effettuano, con esclusione di trasporto promiscuo di sostanze alimentari, il trasporto di acqua destinata al consumo umano di cui al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31.
  2. Il decreto di cui al comma 1 individua e disciplina:
   a) il campo di applicazione;
   b) l'autorità competente al rilascio della autorizzazione;
   c) le modalità di presentazione della domanda di autorizzazione e di rinnovo della stessa;
   d) la durata della autorizzazione;
   e) i requisiti tecnici e tecnico sanitari delle navi cisterna;
   f) le modalità di svolgimento dei sopralluoghi ispettivi.

  3. Con decreto del Ministero della salute e del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze sono individuate, tenendo conto del costo reale dei servizi resi e del valore economico delle operazioni di riferimento, le tariffe per la copertura degli oneri derivanti dalle attività di cui al presente articolo, nonché le relative modalità di versamento. Con il medesimo decreto sono individuati, altresì, gli importi per le spese di missione effettuate per i sopralluoghi ispettivi.
  4. Le tariffe di cui al comma 3 sono aggiornate almeno ogni due anni.