Proposta di modifica n. 8.4 ai ddl C.2023 , C.2058 , C.3480 , C.4144 in riferimento all'articolo 8.

testo emendamento del 08/03/17

  Al comma 1, sostituire il capoverso 1-bis con il seguente:
  1-bis. Parte del canone demaniale che i titolari di concessioni di derivazione d'acqua, esercitate attraverso impianti per la produzione di energia elettrica in esercizio, di potenza superiore a 100 kW, alla data di entrata in vigore della presente disposizione, aventi le opere di presa collocate all'interno di aree protette, sono tenuti a versare annualmente alle Regioni o alla Province Autonome, è trasferito da queste ultime al fondo nazionale per le aree protette di cui all'articolo 16, comma 1-quinquiesdecies a titolo di concorso alle spese per il recupero ambientale e della naturalità. In sede di prima applicazione, l'ammontare di detta quota parte del canone demaniale che le Regioni o le Province Autonome trasferiscono all'ente gestore dell'area protetta interessata, è pari al 10 per cento del canone demaniale stesso. L'ammontare definitivo di detto contributo, comunque non superiore a quello definito in sede di prima applicazione, l'articolazione del medesimo per classi di potenza e le modalità di trasferimento all'ente gestore dell'area protetta sono determinati con decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, con il Ministro dello sviluppo economico, previa intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni, da emanare entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione.