Proposta di modifica n. 8.41 ai ddl C.2023 , C.2058 , C.3480 , C.4144 in riferimento all'articolo 8.

testo emendamento del 08/03/17

  Al comma 1, dopo il capoverso 1-septiesdecies, aggiungere il seguente:
  1-octiesdecies. Nel caso in cui siano già previsti da accordi tra l'ente gestore dell'Area protetta e il titolare del provvedimento concessorio o di altro atto di assenso comunque denominato di cui ai commi 1-bis, 1-ter, 1-quater, 1-quinquies, 1-sexies, 1-septies, ovvero siano specificamente stabiliti nei provvedimenti di assenso o negli eventuali pareri di valutazione di impatto ambientale, obblighi di realizzazione di misure ed opere di compensazione e mitigazione o altri interventi volti al riequilibrio dell'ambiente e della naturalità nell'area protetta ed il proponente sia ottemperante, il loro valore, quantificato d'accordo fra le parti ed attualizzato alla data di entrata in vigore della presente legge, è scomputato, fino alla concorrenza, dal contributo da versare così come determinato ai sensi del presente articolo. Nel caso di mancato accordo entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, la quantificazione del valore delle opere di compensazione e mitigazione o degli altri interventi volti al riequilibrio dell'ambiente e della naturalità è effettuato da un esperto in materia ambientale nominato dal Ministro dell'Ambiente con oneri a carico del concessionario. Ai fini della detrazione il titolare del provvedimento è tenuto a trasmettere entro il termine stabilito dal decreto di cui al comma 1-bis i documenti comprovanti le spese sostenute all'ente gestore del parco che potrà formulare richieste di integrazioni o chiarimenti.