Articolo aggiuntivo n. 7.05 al ddl C.4286 in riferimento all'articolo 7.
  • status: Approvato

testo emendamento del 14/03/17

  Dopo l'articolo 7, inserire il seguente:

Art. 7-bis.

  1. Dopo l'articolo 20 del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, è inserito il seguente:

«Art. 20-bis.
(Interventi a favore delle imprese turistico ricettive, dei pubblici esercizi, del commercio e dell'artigianato).

  1. Al fine di favorire la ripresa produttiva delle imprese dei settori del turismo e dei servizi connessi, dei pubblici esercizi, del commercio e dell'artigianato nelle aree delle regioni interessate dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e seguenti, sono concessi contributi commisurati alla riduzione del volume di attività registrato nei sei mesi successivi agli eventi sismici.
  2. Gli aiuti ai cui al comma 1 sono concessi, ai sensi dell'articolo 50 del Regolamento (CE) 17 giugno 2014 n. 651 del 2014, ovvero ai sensi del disposto del Reg. CE 1407/2013, alle imprese con sede operativa ubicata nelle province delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria che ricomprendono territori dei comuni di cui agli allegati 1 e 2. Le modalità per il riparto delle risorse e la concessione dei contributi sono stabiliti con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, su proposta delle regioni interessate. Alla concessione delle agevolazioni di cui al presente comma provvedono i vice commissari, ai sensi dell'articolo 1, comma 5.
  3. Agli oneri derivanti dall'attuazione delle disposizioni di cui al presente articolo pari per l'anno 2017 ad euro 120 milioni, si provvede:
   a) quanto a 80 milioni di euro mediante versamento all'entrata del bilancio dello Stato da effettuare nell'anno 2017, di quota di corrispondente importo delle disponibilità in conto residui dello stanziamento per gli interventi di cui al comma 4 dell'articolo 45;
   b) quanto a 40 milioni di euro mediante versamento all'entrata del bilancio dello Stato da effettuare nell'anno 2017, di quota di corrispondente importo delle disponibilità in conto residui dello stanziamento per gli interventi di cui al comma 3 dell'articolo 45».

nuova formulazione del 16/03/17

  Dopo l'articolo 7, aggiungere il seguente:

Art. 7-bis.

  1. Dopo l'articolo 20 è inserito il seguente:
  «Art. 20-bis. (Interventi volti alla ripresa economica). – 1. Al fine di favorire la ripresa produttiva delle imprese del settore turistico, dei servizi connessi, dei pubblici esercizi e del commercio e artigianato, insediate da almeno 6 mesi dall'evento sismico nelle province delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria nelle quali sono ubicati i comuni di cui agli allegati 1 e 2, nel limite complessivo di 23 milioni di euro per l'anno 2017, sono concessi alle medesime imprese contributi a condizione che le stesse abbiano registrato, nei sei mesi successivi agli eventi sismici una riduzione del fatturato annuo in misura non inferiore al 40 per cento rispetto a quello calcolato sulla media del medesimo periodo del triennio precedente.
  2. I criteri, le procedure, le modalità di concessione e di calcolo del contributi di cui al comma 1 e di riparto delle risorse tra le Regioni interessate sono stabiliti con decreto del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da adottare, nel rispetto del limite massimo di spesa ivi indicato, entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto. Alla concessione dei contributi provvedono i vice Commissari.
  3. I contributi di cui al presente articolo sono erogati ai sensi dell'articolo 50 del regolamento CE 17 giugno 2014, n. 651/2014, ovvero ai sensi del disposto del reg. CE 1407/2013.
  4. Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo, pari a 23 milioni di euro per l'anno 2017, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all'articolo 1 comma 200 della legge 29 dicembre 2014, n. 190.