Sub Emendamento n. 0.1.500.165 ai ddl C.2352 , C.2690 , C.3223 , C.3385 , C.3986 , C.4068 , C.4088 , C.4092 , C.4128 , C.4142 , C.4166 , C.4177 , C.4182 , C.4183 , C.4240 , C.4262 , C.4265 , C.4272 , C.4273 , C.4281 , C.4284 , C.4287 , C.4309 , C.4318 , C.4323 , C.4326 , C.4327 , C.4330 , C.4331 , C.4333 , C.4363 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Approvato (Id. em. 0.1.500.167, 0.1.500.211, 0.1.500.53)

testo emendamento del 03/06/17

  Nella parte consequenziale relativa all'articolo 2, comma 4, lettera c), dopo il capoverso comma 4, aggiungere il seguente: 4-bis. A pena di inammissibilità, nel complesso delle liste regionali presentate da ciascuna lista a livello nazionale, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al 60 per cento, con arrotondamento all'unità più prossima, nella prima candidatura nell'ordine numerico della lista.

nuova formulazione del 05/06/17

  Alla parte conseguenziale relativa all'articolo 2, comma 4, aggiungere, in fine, la seguente lettera:
   d) dopo il comma 4, è aggiunto il seguente:
  «4-bis. Nel complesso delle liste regionali presentate da ciascuna lista, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al 60 per cento, con arrotondamento all'unità più prossima, nella posizione di capolista. L'Ufficio centrale nazionale assicura il rispetto di quanto previsto dal presente comma, in sede di verifica dei requisiti di cui all'articolo 22, primo comma, numero 6-bis).