Proposta di modifica n. 19.2 al ddl S.1120 in riferimento all'articolo 19.
  • status: Inammissibile

testo emendamento del 15/11/13

INAMMISSIBILE

Sopprimere l'articolo 19.

        Conseguentemente:

        all'articolo 20, premettere il seguente comma:

        «01. È istituito in tutti i comuni del territorio nazionale un tributo, denominato TARI, per la copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smalti mento svolto in regime dì privativa pubblica ai sensi della vigente normativa ambientate,»;

        sostituire la rubrica con la seguente: «(Istituzione del tributo per la copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti – TARI)»;

        sopprimere l'articolo 21.

        Conseguentemente:

        all'articolo 10, dopo il comma 30 inserire il seguente:

        «30-bis, Entro il 31 gennaio 2014 sono adottati provvedimenti normativi, volti a estendere l'adozione dei costi standard di cui al decreto legislativo 26 novembre 2010 n. 216, ai beni e servizi acquistati dai Comuni al fine di assicurare risparmi di spesa pari a 1,5 miliardi di euro per ciascun anno. Qualora entro la predetta data non siano adottati i provvedimenti di cui al primo periodo del presente comma, i trasferimenti statali ai predetti enti sono ridotti di un importo equivalente ai risparmi di spesa attesi.»;

        all'articolo 11, dopo il comma 21 inserire i seguenti:

        «21-bis. Al fine di assicurare risparmi di spesa pari a 3 miliardi di euro per ciascun anno, i costi standard regionali della sanità sono definiti, secondo le procedure di cui all'articolo 27 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68, entro il termine perentorio del 31 marzo 2014; qualora tale termine non venga rispettato con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, da adattare entro i successivi 30 giorni, sono definiti i predetti costi standard utilizzando come modello di riferimento le 2 Regioni, tra le 5 individuate, che abbiano ottenuto il punteggio più alto nella valutazione risultante dai tavoli tecnici di cui all'intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005. Qualora entro la predetta data non siano adottati i provvedimenti di cui al primo periodo del presente comma, a decorrere dall'anno 2014 il livello del finanziamento del Servizio sanitario nazionale cui concorre ordinariamente lo Stato è ulteriormente ridotto di 3 miliardi di euro.

        21-ter. All'articolo 27 del decreto legislativo 6 maggio 2011, n. 68, il comma 14 è sostituito dal seguente:

        ''14. Eventuali risparmi nella gestione del servizio sanitario nazionale effettuati dalle regioni vengano utilizzati al fine esclusivo di riduzione della pressione fiscale statale''».