Sub Emendamento n. 0.1.01.19 al ddl C.4565 in riferimento all'articolo 1.

testo emendamento del 06/07/17

  Al capoverso «Art. 1-bis», dopo il comma 5, aggiungere il seguente:
  5-bis. Gli investitori che, al momento dell'avvio della procedura di risoluzione di cui all'articolo 1, comma 842, della legge 28 dicembre 2015, n.  208, detenevano azioni o obbligazioni emesse da Cassa di risparmio di Ferrara Spa, da Banca delle Marche Spa, da Banca popolare dell'Etruria e del Lazio – Società cooperativa e da Cassa di risparmio della provincia di Chieti Spa, acquistate nell'ambito di un rapporto negoziale diretto con le medesime banche emittenti, possono considerare realizzata nell'anno in corso alla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto la minusvalenza fiscale e usarla con effetto immediato in compensazione di eventuali plusvalenze su altri titoli, fermo restando che le ipotetiche somme che dovessero essere restituite dagli istituti posti in risoluzione concorrono alla formazione del reddito complessivo ai fini delle imposte sul reddito.