Articolo premissivo n. 01.020 ai ddl C.407 , C.40 , C.257 , C.4130 , C.4362 in riferimento all'articolo 1.

testo emendamento del 20/09/17

  All'articolo 1 premettere il seguente:

Art. 01.
(Modifiche all'articolo 640 del codice penale in materia di truffa).

  1. L'articolo 640 del codice penale è sostituito dal seguente:
  Art. 640 – (Truffa) – Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da 102 euro a 2.064 euro.
  La pena è della reclusione da due a sei anni e della multa da 618 euro a 3.098 euro:
   1) se il fatto è commesso a danno dello Stato o di un altro ente pubblico o col pretesto di far esonerare taluno dal servizio militare;
   2) se il fatto è commesso ingenerando nella persona offesa il timore di un pericolo immaginario o l'erroneo convincimento di dovere eseguire un ordine dell'Autorità.
    2-bis) se il fatto è commesso in presenza delle circostanze di cui all'articolo 61, numeri 5), 7), 9) e 11)
    2-ter) se il fatto è commesso tramite strumenti informatici o telematici.

  Le circostanze attenuanti, diverse da quella prevista dall'articolo 98, concorrenti con le aggravanti di cui al secondo comma, numeri 1), 2), 2-bis) 2-ter), non possono essere ritenute equivalenti o prevalenti rispetto a queste e le diminuzioni di pena si operano sulla quantità della stessa risultante dall'aumento conseguente alle predette aggravanti”.

  Conseguentemente:
   all'articolo 1, capoverso Art. 643-
bis, primo comma, sostituire la parola: sei con la seguente: sette;
   all'articolo 5, comma 1, sostituire la parola: due a sette con la seguente: tre a ottobre;
   al titolo, dopo la parola: vulnerabili aggiungere la seguente:, truffa.