Proposta di modifica n. 1.206 al ddl S.2941 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Precluso

testo emendamento del 24/10/17

sharingList();

Sostituire il comma 4, con il seguente:

        «4. All'articolo 4, del decreto del Presidente della Repubblica n. 361 del 1957 sono apportate le seguenti modificazioni:

            a) il comma 2, è sostituito dal seguente:

        "2. Ogni elettore dispone di un voto da esprimere su un'unica scheda recante il nome del candidato nel collegio uninominale e il contrassegno di ciascuna lista, corredato dei nomi dei candidati nel collegio plurinominale.";

            b) dopo il comma 2 è aggiunto il seguente:

        "2-bis. Ciascuna lista, con dichiarazione scritta da depositare contestualmente al contrassegno, può richiedere che, su tutto il territorio nazionale, tutti o una parte dei propri candidati siano eletti con il metodo delle preferenze. In tal caso l'elettore può esprimere uno o due voti di preferenza tra i candidati del collegio plurinominale. In caso di espressione della seconda preferenza, a pena di nullità della medesima preferenza, l'elettore deve scegliere un candidato di sesso diverso rispetto al primo. Nei collegi con due soli candidati la preferenza è unica. I nomi dei candidati per i quali è possibile esprimere il voto di preferenza dovranno essere stampati con un carattere tipografico differente e riportare, a fianco del nome, un quadrato da barrare per l'espressione del voto"».

        Conseguentemente,

        1) al comma 19, dopo la lettera b) inserire la seguente:

            «b-bis) nel caso di cui al comma 2-bis dell'articolo 4 l'elettore esprime il voto di preferenza barrando il riquadro posto accanto al nominativo del candidato prescelto»;

        2) al comma 28, capoverso «Art. 84» dopo il comma inserire il seguente:

        «1-bis. Per le liste che hanno esercitato la facoltà di cui all'articolo 4, comma 2-bis, della presente legge l'Ufficio centrale circoscrizionale proclama eletti in ciascun collegio plurinominale, nei limiti dei seggi cui la lista ha diritto, i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze.»;

        3) all'articolo 2,

            a) al comma 3, lettera c), capoverso comma 4, primo periodo, sopprimere le parole: «presentati secondo un ordine numerico»;

            b) al comma 4, lettera a) sopprimere le parole: «nell'ordine numerico di presentazione»;

            c) al comma 5, capoverso «Art. 14» dopo il comma 2 inserire il seguente:

        «2-bis. Ciascuna lista, con dichiarazione scritta da depositare contestualmente al contrassegno, può richiedere che, su tutto il territorio nazionale, tutti o una parte dei propri candidati siano eletti con il metodo delle preferenze. In tal caso l'elettore può esprimere uno o due voti di preferenza tra i candidati del collegio plurinominale. In caso di espressione della seconda preferenza, a pena di nullità della medesima preferenza, l'elettore deve scegliere un candidato di sesso diverso rispetto al primo. Nei collegi con due soli candidati la preferenza è unica. I nomi dei candidati per i quali è possibile esprimere il voto di preferenza dovranno essere stampati con un carattere tipografico differente e riportare, a fianco del nome, un quadrato da barrare per l'espressione del voto.»;

            d) al comma 9, capoverso «Art. 17-bis» comma 1, sostituire le parole: «secondo l'ordine di presentazione» con le parole: «in base al numero di preferenze conseguite»;

            e) all'allegato 4, di cui all'articolo 2, comma 4, lettera b), sostituire la tabella A con la seguente:

»