Proposta di modifica n. 11.15 al ddl S.2942 in riferimento all'articolo 11.
  • status: Respinto
argomenti:    

testo emendamento del 15/11/17

sharingList();

RESPINTO

Al comma 2, sostituire le parole: «300 milioni», con le seguenti: «250 milioni».

        Conseguentemente, all'articolo 17, dopo il comma 3, aggiungere, in fine, i seguenti commi:

        «3-bis. Per interventi urgenti di riconversione e riqualificazione di aree industriali dismesse, è istituito, presso il Ministero delle sviluppo economico, un Fondo, per la riconversione e la riqualificazione delle aree industriali dismesse, di seguito denominato "Fondo", con dotazione iniziale di 50 milioni di euro per l'anno 2018. Le risorse del Fondo sono destinate al cofinanziamento di progetti di riconversione e riqualificazione delle aree industriali dismesse adottati dalle regioni, d'intesa con i comuni ricadenti nel relativo territorio, negli appositi strumenti di pianificazione.

        3-ter. Ciascuna regione, d'intesa con i comuni ricadenti nel proprio territorio e assegnando priorità alle aree in cui sono presenti edifici contenenti amianto o costituiti anche solo in parte da manufatti contenenti cemento-amianto, provvede, nell'ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente, entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, alla ricognizione delle aree industriali dismesse presenti sul proprio territorio, ai fini della selezione delle aree su cui intervenire. L'attuazione di quanto previsto ai sensi del presente comma deve avvenire senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

        3-quater. Possono accedere al cofinanziamento di cui al comma 3-bis del presente articolo, i progetti di cui al medesimo comma 3-bis che promuovono la riconversione e la riqualificazione delle aree industriali dismesse, individuate ai sensi del comma 3-ter, con destinazione degli immobili e dei terreni a finalità pubbliche, commerciali, con esclusione della grande distribuzione, e turistiche, favorendo il recupero e la bonifica ambientale dei siti e la realizzazione di infrastrutture strettamente funzionali agli interventi di recupero. Con decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sentita la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, sono definiti gli interventi di riqualificazione e rigenerazione ammessi al cofinanziamento, le modalità di esecuzione degli interventi e di verifica dello stato di attuazione dei medesimi interventi. Con il medesimo decreto sono altresì stabiliti i criteri e le modalità per la ripartizione delle risorse del Fondo per il cofinanziamento».

        Conseguentemente, ancora, al medesimo articolo 17, alla rubrica, aggiungere, in fine, le seguenti parole: «e misure per favorire la riconversione e la riqualificazione delle aree industriali dismesse».