Proposta di modifica n. 54.4 al ddl S.2960 in riferimento all'articolo 54.

testo emendamento del 17/11/17

sharingList();

Dopo il comma 2, inserire i seguenti:

        «2-bis. Fermo restando quanto stabilito al comma 2, al fine di superare progressivamente l'esternalizzazione delle funzioni relative al personale amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA) e di rimodulare e valorizzarne le relative mansioni, quali indicate nel regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 giugno 2009, n. 119, secondo criteri professionali che tengano conto delle esigenze del Piano dell'offerta formativa, delle esigenze e delle innovazioni in atto nelle Scuole di ogni ordine e grado, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca è autorizzato, entro un tetto di spesa massimo di 80 milioni di euro per il 2018 e di 130 milioni di euro annui a decorrere dal 2019, ad attuare un piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato di personale ATA finalizzato alla copertura di tutti i posti vacanti e disponibili dell'organico di diritto e di fatto nel triennio 2018-2020.

        2-ter. Con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, da adottare entro sessanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, sono definiti modalità e criteri del Piano assunzionale di cui al comma 2-bis, nonché i parametri e proporzioni in base ai quali il personale inserito nelle Graduatorie a esaurimento e quello che svolge funzioni riconducibili a quelle del personale ATA è gradualmente assunto nei ruoli del corrispondente personale delle Scuole statali.

        2-quater. In osservanza a quanto stabilito dalla direttiva del Consiglio europeo del 14 febbraio 1977, 77/187/CEE, al personale ATA, già dipendente dagli Enti locali, che ai sensi dell'articolo 8 della legge 3 maggio 1999, n. 124, a decorrere dal 1º gennaio 2000 è stato trasferito nei ruoli del personale dello Stato comparto scuola, sono riconosciute le indennità relative all'anzianità maturata, in conformità alla sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea, Grande Sezione, del 6 settembre 2011, n. C-108/10».

        Conseguentemente, all'articolo 94, alla tabella A ivi richiamata, alla voce «Ministero dell'economia e delle finanze», apportare le seguenti variazioni:

            2018: –   80.000.000;

            2019: – 130.000.000;

            2020: – 130.000.000.