Articolo aggiuntivo n. 19.0.57 al ddl S.2942 in riferimento all'articolo 19.

descrivi insieme agli altri utenti questo emendamento:

qui sotto puoi inserire o modificare la descrizione. Per modificare effettua il login

Inserire qui una descrizione dell'emendamento.

testo emendamento del 20/11/17

sharingList();

Dopo l'articolo, è inserito il seguente:

«Art. 19-bis.

(Strumenti di debito chirografario di secondo livello)

        1. Al decreto legislativo 1º settembre 1993, n. 385, sono apportate le seguenti modificazioni:

            a) all'articolo 12, comma 4-bis, dopo le parole: "codice civile" sono aggiunte le seguenti: ", inclusi gli strumenti di debito chirografario di secondo livello di cui all'articolo 12-bis";

            b) dopo l'articolo 12 è inserito il seguente:

"Art. 12-bis.

(Strumenti di debito chirografario di secondo livello)

        1. Sono strumenti di debito chirografario di secondo livello le obbligazioni e gli altri titoli di debito, emessi da una banca o da una società del gruppo bancario, aventi le seguenti caratteristiche:

            a) la durata originaria degli strumenti di debito è pari ad almeno dodici mesi;

            b) gli strumenti di debito non sono strumenti finanziari derivati, come definiti dall'articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 4 febbraio 1998, n. 58, non sono collegati a strumenti finanziari derivati, né includono caratteristiche ad essi proprie;

            c) la documentazione contrattuale e, se previsto, il prospetto di offerta o di ammissione a quotazione degli strumenti di debito indicano che il rimborso del capitale e il pagamento degli interessi e di eventuali altri importi dovuti ai titolari sono disciplinati secondo quanto previsto dall'articolo 91, comma 1-bis, lettera c-bis).

        2. L'applicazione dell'articolo 91, comma 1-bis, lettera c-bis), è subordinata al rispetto delle condizioni di cui al comma 1. Le clausole che prevedono diversamente sono nulle e la loro nullità non comporta la nullità del contratto.

        3. Una volta emessi, gli strumenti di debito chirografario di secondo livello non possono essere modificati in maniera tale da far venire meno le caratteristiche indicate al comma l. È nulla ogni pattuizione difforme.

        4. La Banca d'Italia può disciplinare l'emissione e le caratteristiche degli strumenti di debito chirografario di secondo livello".

            c) all'articolo 91, comma 1-bis, dopo la lettera c), è inserita la seguente:

        "c-bis) i crediti per il rimborso del capitale e il pagamento degli interessi e di eventuali altri importi dovuti ai titolari degli strumenti di debito chirografario di secondo livello indicati dall'articolo 12-bis sono soddisfatti dopo tutti gli altri crediti chirografari e con preferenza rispetto ai crediti subordinati alla soddisfazione dei diritti di tutti i creditori non subordinati della società".

        2. Dopo l'articolo 60-bis.4 del decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 e successive modificazioni, è aggiunto il seguente:

"Art. 6-bis.5

(Strumenti di debito chirografario di secondo livello)

        1. Le Sim indicate all'articolo 55-bis, comma 1, possono emettere gli strumenti di debito chirografario di secondo livello ai sensi dell'articolo 12-bis del Testo unico bancario. Si applica l'articolo 91, comma 1-bis, lettera c-bis), del Testo unico bancario.

        2. Il valore nominale unitario degli strumenti di debito chirografario di secondo livello previsti dall'articolo 12-bis del decreto legislativo 1º settembre 1993, n. 385 è pari ad almeno 250.000 euro. I medesimi strumenti di debito possono essere oggetto di collocamento, in qualsiasi forma realizzato, rivolto a soli investitori qualificati"».

sei favorevole o contrario?
Nessuno ha ancora votato