Sub Emendamento n. 52.0.1000/7 dell'emendamento 52.0.1000 al ddl S.2960 in riferimento all'articolo 52.
  • status: Respinto

testo emendamento del 26/11/17

sharingList();

All'emendamento 52.0.1000, dopo il comma 1, dell'articolo 52-bis come definito in emendamento 52.0.1000 sono inseriti seguenti:

        «Il personale del Corpo delle Capitanerie di porto già reclutato ai sensi dell'articolo 21 lettre a) e c) del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, che, alla data di entrata in vigore della presente legge, non sia decaduto dal potere di promuovere azione giudiziaria in relazione alla procedura bandita, ai sensi dell'articolo 1, comma 519, legge 27 dicembre 2006, n. 296, dal Ministero dei Trasporti in data 24 Agosto 2007, viene richiamato in servizio permanente in deroga all'articolo 655 del Decreto legislativo 15 marzo 2010 n. 66, purché ne faccia istanza entro il 31 gennaio 2018 e sia in possesso di idoneità fisica.

        II richiamo avverrà entro 1 aprile 2018 nel grado e ruolo di cui agli articoli 628, comma 1, lettera c), e 812, comma 1, lettera n), del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ove il personale richiamato verrà iscritto con decorrenza dalla data di assunzione in servizio di prima nomina.

        Agli oneri derivanti dall'attuazione dei commi precedenti si provvede per l'anno 2018, mediante corrispondente riduzione del fondo di cui all'articolo 92 della presente legge, dall'anno 2019 mediante corrispondente riduzione dello stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancia triennale 2017-2019 nell'ambito del programma "Fondi di riserva e speciali" della missione "Fondi da ripartire" dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2019, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al medesimo Ministero.

        Il Ministro dell'economia e delle finanze è autorizzato ad apportata con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio».