Proposta di modifica n. 1.82 al ddl C.4768 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Approvato

testo emendamento del 07/12/17

  Dopo il comma 533, aggiungere il seguente:
  533-bis. All'articolo 42 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, il comma 3 è sostituito dal seguente:

  3. Al fine di salvaguardare la produzione di energia da fonti rinnovabili, nel caso in cui il GSE accerti che le violazioni riscontrate nell'ambito dei controlli di cui ai commi 1 e 2, siano rilevanti ai fini dell'erogazione degli incentivi, applica una decurtazione percentuale della tariffa o dell'incentivo.
  Entro 60 giorni dall'entrata in vigore della presente legge, il Ministero dello sviluppo economico aggiorna l'elenco delle violazioni rilevanti contenuto nel decreto ministeriale 31 gennaio 2014, con le modalità di cui ai successivi commi 5 e 6, individuando, per ogni tipologia di violazione, la percentuale di riduzione che deve applicare il GSE.
  Le violazioni non rilevanti ai fini dell'erogazione degli incentivi non determinano l'applicazione di alcuna decurtazione della tariffa o dell'incentivo riconosciuto ma comportano l'obbligo, per il soggetto responsabile di rendere le eventuali dichiarazioni, elementi o documenti necessari alla regolarizzazione delle violazioni.
  Il Ministero dello sviluppo economico determina anche la riduzione della misura della decurtazione qualora le violazioni siano spontaneamente denunciate dal soggetto responsabile al di fuori di un procedimento di verifica e controllo.

nuova formulazione del 07/12/17

  Dopo il comma 533, aggiungere il seguente:
  533-bis. All'articolo 42 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28, sono apportate le seguenti modifiche:
   a) al comma 3 sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi «in deroga al periodo precedente, al fine di salvaguardare la produzione di energia da fonti rinnovabili degli impianti che al momento dell'accertamento della violazione percepiscono incentivi, il GSE dispone la decurtazione dell'incentivo in misura ricompresa fra il 20 per cento e l'80 per cento in ragione dell'entità della violazione. Nel caso in cui le violazioni siano spontaneamente denunciate dal soggetto responsabile al di fuori di un procedimento di verifica e controllo le decurtazioni sono ulteriormente ridotte di un terzo;
   b)
al comma 5, dopo la lettera c), è inserita la seguente: « c-bis) le violazioni che danno luogo a decurtazione dell'incentivo ai sensi del secondo periodo del presente comma;».