Proposta di modifica n. 1.344 al ddl C.4768 in riferimento all'articolo 1.

testo emendamento del 21/12/17

  Dopo il comma 76 aggiungere i seguenti:

  76-bis. A decorrere dall'anno 2018 assegnato all'INPS della Regione Autonoma della Sardegna un contributo finanziario pari a 60 milioni di euro annui per ciascun anno del triennio 2018, 2019 e 2020 finalizzato all'erogazione degli ammortizzatori sociali in deroga in favore dei lavoratori dell'industria sarda sia di area di crisi complessa, sia di area di crisi non complessa.

  76-ter. Ai fini di cui al comma 76-bis e consentita la riapertura dei termini per la presentazione delle istanze di mobilità in deroga anche per quei lavoratori che ne siano rimasti esclusi in quanto presentate successivamente al 31 dicembre 2016 al fine di favorirne il riesame da parte dell'INPS della Regione Autonoma della Sardegna. Agli oneri derivanti dall'attuazione di quanto previsto dai commi 76-bis e 76-ter si provvede mediante quota parte delle maggiori entrate rinvenienti dal comma 76-quater.

  76-quater. All'articolo 6, comma 1, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, il secondo periodo è sostituito dal seguente: «La misura del prelievo erariale unico sugli apparecchi di cui all'articolo 110, comma 6, lettera b), del testo unico di cui al Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773, e fissata in misura pari al 6,5 per cento dell'ammontare delle somme giocate».

  Conseguentemente, alla tabella A, voce Ministero dell'economia e delle finanze apportare le seguenti variazioni:

   2018 _ 40.000.000;

   2019: _ 40.000.000;

   2020: _ 40.000.000.