Articolo aggiuntivo n. 9.0.1 al ddl S.958 in riferimento all'articolo 9.

testo emendamento del 12/12/13

Dopo l'articolo, inserire il seguente:

«Art. 9-bis

(Norme in materia di luogo legale di nascita)

        1. A tutti gli effetti anagrafici, di stato civile, statistici si considera luogo di nascita della persona il comune in cui la madre ha residenza e stabile dimora, ancorché il parto sia avvenuto in un comune diverso;

        2. Qualora la madre non intenda riconoscere il neonato e vi provveda invece il padre si considera luogo di nascita il comune di residenza e stabile dimora del padre.

        3. In mancanza del riconoscimento di entrambi i genitori luogo di nascita è il comune in cui è avvenuto il parto.

        4. Le disposizioni di cui al presente articolo non si applicano ai nati all'estero.

        5. Entro tre mesi dall'entrata in vigore della presente legge, il Governo provvede a modificare l'articolo 30 del regolamento di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000 n.396, disponendo che la dichiarazione di nascita venga resa direttamente all'ufficiale distato civile del luogo legale di nascita, ovvero che a questi venga trasmessa per la trascrizione la dichiarazione resa alla direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura in cui è avvenuto il parto».