Proposta di modifica n. 25.19 al ddl S.1212 in riferimento all'articolo 25.
argomenti:  

testo emendamento del 05/02/14

Sostituire il comma 5 con i seguenti:

        «5. Per le fusioni di comuni disposte con legge regionale alla data di entrata in vigore della presente legge, il commissario nominato per la gestione del nuovo comune è coadiuvato, fino all'elezione dei nuovi organi, da un comitato consultivo composto da coloro che, alla data dell'estinzione dei comuni, svolgevano le funzioni di sindaco e senza maggiori oneri per la finanza pubblica. Il comitato è comunque consultato sullo schema di bilancio e commissariale, nominato dal Prefetto, composto da coloro che, alla data dell'estinzione dei comuni, svolgevano le funzioni di sindaco. Il collegio commissariale esercita le funzioni della giunta e del consiglio comunale; le funzioni di sindaco del nuovo comune sono sull'eventuale adozione di varianti agli strumenti urbanistici. Il commissario convoca periodicamente il comitato, anche su richiesta della maggioranza dei componenti, per informare sulle attività programmate e su quelle in corso.

        5-bis. Per le fusioni di comuni disposte con legge regionale dopo la data di entrata in vigore della presente legge, l'organo provvisorio di governo del nuovo comune è un collegio composto da coloro che, alla data dell'estinzione dei comuni, svolgevano le funzioni di sindaco, e presieduto da colui che ricopriva la carica di sindaco nel comune estinto di maggiore dimensione demografica. Ai componenti del collegio si applicano le cause di cessazione del sindaco; in caso di cessazione di uno dei componenti, il collegio cessa di diritto e il Prefetto nomina un commissario per la gestione dell'ente. Il collegio e l'eventuale commissario cessano dalla data di proclamazione del sindaco del nuovo comune».