Proposta di modifica n. 3.8 al ddl C.1359 in riferimento all'articolo 3.

testo emendamento del 30/07/13

  Sostituire il comma 3, con il seguente:
  3. Nel corso dell'esame davanti alle Assemblee si osservano le norme dei rispettivi regolamenti. Le votazioni avvengono a scrutinio palese. Non sono ammesse questioni pregiudiziali, sospensive, di non passaggio agli articoli, di rinvio in Commissione. Fino a cinque giorni prima della data fissata per l'inizio della discussione generale, i componenti dell'Assemblea possono ripresentare gli emendamenti respinti dal Comitato in sede referente e presentare emendamenti al testo del Comitato ovvero al testo trasmesso dall'altra Camera, in diretta correlazione con le parti modificate dal Comitato ai sensi dell'articolo 2, comma 7, ovvero dall'altra Camera. Il Comitato o almeno venti deputati o dieci senatori possono presentare emendamenti o subemendamenti fino a ventiquattro ore prima dell'inizio della seduta in cui è prevista la votazione degli articoli o degli emendamenti ai quali si riferiscono. Agli emendamenti presentati dal Comitato o da venti deputati o da dieci senatori, che sono immediatamente stampati e distribuiti, possono essere presentati subemendamenti da parte di un Presidente di Gruppo o di almeno venti deputati o dieci senatori fino a dodici ore precedenti l'inizio della seduta in cui è prevista la votazione di tali emendamenti.